Notizie dalla Regione

19/04/2018 - Anche Le “Donne in Campo” di Cia Romagna il 21 aprile a Ravenna, a Porta Adriana con la mostra-mercato dei prodotti tipici e biologici fra i protagonisti della prima “Notte d’Oro Primavera” di Ravenna. Presenteranno i prodotti della filiera corta di pianura e di collina e le loro specialità tipiche e biologiche dalle 8 alle 20. Freschezza, stagionalità e filiera corta le parole d’ordine del lavoro e dell’impegno delle imprenditrici romagnole della Cia con al primo posto sicurezza alimentare, equilibrio territoriale, controllo e tutela del paesaggio e dell’ambiente, creatività ed innovazione, difesa delle tradizioni e della cultura locali.

05/04/2018 - Energia, entusiasmo e voglia di fare non mancano a Matteo Pagliarani, nuovo coordinatore di Agia Romagna, l’Associazione dei giovani imprenditori agricoli della Cia. Pagliarani, classe 1994 è socio della cooperativa agricola Clorofilla (180 ettari a Mercato Saraceno),

Leggi tutto...

19/03/2018 - L’Associazione pensionati (Anp) di Cia Romagna ha incontrato Paolo Lucchi, Sindaco di Cesena e Presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Romagna. Wiliam Signani, presidente dell’Anp Romagna: “Importante procedere con il nuovo ospedale e altrettanto necessario tenere alta l’attenzione su efficacia, efficienza e qualità dei servizi territoriali come le Case della Salute”. L’Anp Romagna ha in programma altre iniziative di approfondimento: fra queste una giornata di studio sui nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) che vedrà la partecipazione del Direttore generale dell’Azienda Usl Romagna Marcello Tonini.

Leggi tutto...

23/03/2018 - Sabato 24 marzo, mostra-mercato delle Donne in Campo Romagna a Porta Adriana a Ravenna dalle 8 alle 20. Domenica 25 marzo, ore 10, a Ravenna, nel Salone dei Mosaici della Casa del Mutilato, presentazione del libro "Ravennagricola" di Mario Pretolani (SBC edizioni). Fra i relatori anche Danilo Misirocchi, presidente Cia RomagnaClicca qui per il programma della mattinataDa venerdì 23 a domenica 25 marzo, Fiera di Faenza, 42° MO.ME.VI Mostra della Meccanizzazione Vitivinicola e 81° MAF Mostra Agricoltura. Clicca qui per il programma completo. 

Leggi tutto...

13/03/2018 - Il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali con Decreto del 13 febbraio 2018 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 44 del 22 febbraio 2018, ha dichiarato l’esistenza del carattere di eccezionalità della siccità che nel corso della primavera-estate 2017 ha colpito territori di tutte le province della Regione Emilia Romagna, ai fini dell’attivazione degli interventi compensativi per danni alle produzioni. Entro il 9 aprile 2018 le aziende agricole dei territori della Regione Emilia Romagna ricadenti all’interno delle aree rilevabili dall’elenco dei singoli fogli di mappa indicati nella deliberazione di Giunta regionale n. 2029/2017, e con danni alle produzioni superiori al 30% della produzione lorda vendibile ordinaria, potranno presentare richiesta delle provvidenze contributive. Le domande debitamente sottoscritte devono essere presentate esclusivamente: attraverso i soggetti autorizzati all'utilizzo del software predisposto dalla Regione e che hanno ricevuto delega di mandato da parte dell’azienda agricola stessa, o direttamente dall’azienda agricola attraverso il software gratuito predisposto dalla Regione. Per informazioni contattare i servizi territoriali Agricoltura Caccia e Pesca locali o consultare il sito Agricoltura della Regione Emilia-Romagna clicca qui

Sottocategorie

                     

Latte, raggiunta l’intesa sul prezzo al Mipaaf

Il commento del presidente di Cia Ravenna, Danilo Misirocchi:

«È un primo passo, ora continuare a difendere il reddito dei produttori»

È stata raggiunta ieri (giovedì 26 novembre 2015), al Ministero delle Politiche Agricole, l’intesa tra industriali e organizzazioni agricole sul prezzo del latte per i prossimi tre mesi.

«È un primo passo positivo quello raggiunto alla riunione del Tavolo della filiera lattiero-casearia», ha dichiarato Danilo Misirocchi, presidente della Cia di Ravenna. «In particolare, l’intesa raggiunta, che per il latte fissa un aumento di 2,1 centesimi a litro rispetto al prezzo pagato nel mese di ottobre da Lactalis, rappresenta un primo risultato sul quale investire per costruire un concreto percorso di rilancio del settore. Certamente non può considerarsi una soluzione soddisfacente e risolutiva per contrastare la grave crisi che sta investendo le aziende di allevamento, ma quantomeno è un segnale di distensione per i prossimi tre mesi».

La Confederazione Italiana Agricoltori aveva chiesto un accordo più ambizioso, che prevedesse un periodo di più ampio respiro per arrivare alla fine della campagna produttiva.

«Il fatto che le richieste non abbiano trovato condivisione non ci distoglie dall’abbassare la guardia per continuare a difendere e a tutelare uno dei comparti più strategici del sistema agricolo Made in Italy. Ora è urgente che le risorse previste dal Fondo Latte e derivanti dagli aiuti comunitari siano utilizzate e tradotte all’interno di interventi efficaci. Allo stesso tempoha concluso Misirocchi - occorre uno sforzo per definire e avviare rapidamente un sistema dell’organizzazione economica del settore, che metta al centro un’interprofessione efficace che promuova l’aggregazione del prodotto e la qualificazione dell’offerta».

Ravenna, 27 novembre 2015

Ufficio Stampa per Cia Ravenna - Lucia Betti

Intranet

consulta la Guida per una spesa a filiera corta!

Appuntamenti

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Joomla templates by Joomlashine